L’acido ialuronico: una sostanza totalmente biocompatibile

L’acido ialuronico (AI) è un polimero biologico, appartenente alla famiglia dei glicosaminoglicani (GAG), naturalmente presente nell’organismo umano, ma anche nei batteri, nei funghi e negli animali. La sua biocompatibilità con il corpo umano permette una perfetta integrazione con tutti i tessuti.

DOVE SI TROVA

È presente nel derma (il tessuto connettivo della pelle), nelle cartilagini articolari, nel liquido sinoviale che riempie le cavità articolari, nei tendini e nell’umor vitreo dell’occhio.

COSA FA

Favorisce l’idratazione, la consistenza e l’elasticità dei tessuti; è uno dei principali protagonisti dei processi fisiologici di riparazione delle ferite e della funzionalità delle articolazioni. Inoltre, contribuisce a risolvere molti disturbi intimi femminili.

DOVE SI USA

È utilizzato nella cura delle lesioni cutanee, acute e croniche; nel trattamento intrarticolare dell’osteoartrosi e delle lesioni cartilaginee acute e da sovraccarico; nella chirurgia oftalmica e generale come sostanza antiaderenziale e nell’area del benessere, con le applicazioni in medicina estetica.

Hymovis_H2O

L’acido ialuronico presente nei tessuti è continuamente metabolizzato ed eliminato, così l’organismo continua a sintetizzarne di nuovo per rimpiazzare quello eliso.

Durante il fisiologico processo di invecchiamento o in presenza di particolari condizioni patologiche, la produzione di acido ialuronico tende a diminuire, favorendo la comparsa di fenomeni collegati, come l’invecchiamento cutaneo, l’artrosi o l’osteoartrosi (OA).

Migliora la funzionalità articolare e agisce sul dolore

L’acido ialuronico, iniettato direttamente nelle articolazioni (tecnica infiltrativa), ha dimostrato di essere in grado di prevenire o ritardare l’insorgenza di lesioni artrosiche nella cartilagine articolare. Esso, infatti, ripristina la viscoelasticità del liquido sinoviale, favorendo la mobilità e riducendo il dolore. Inoltre ha dimostrato il rallentamento del progressivo deterioramento della cartilagine.

Il suo ruolo nell’articolazione

L’acido ialuronico è naturalmente presente nel liquido che riempie la cavità articolare (liquido sinoviale), conferendo alla cartilagine resistenza ed elasticità e facilitando le sue funzioni di carico. Più lento è lo scorrimento del liquido (per esempio a riposo o nella deambulazione continua) maggiore è la sua viscosità e, quindi, la sua capacità lubrificante. Al contrario, ad alta velocità di scorrimento (come durante una corsa), la viscosità diminuisce: il liquido sinoviale diventa più elastico ed è in grado di esplicare un’azione ammortizzante in caso di traumi o stress meccanici (shock absorbing).
Inoltre, attraverso la capacità di interagire con specifici recettori, è in grado di controllare la risposta infiammatoria e il dolore.

Perché si usa

In diversi modelli animali di osteoartrosi, la somministrazione intrarticolare di acido ialuronico esogeno si è rivelata utile nel prevenire o ritardare l’insorgenza di lesioni artrosiche nella cartilagine articolare. Il dolore cronico articolare colpisce milioni di persone in tutto il mondo, e tende a peggiorare con il progressivo invecchiamento; può anche verificarsi a seguito di traumi o microtraumi a carico delle articolazioni.

Gli acidi ialuronici non sono tutti uguali

L’acido ialuronico distingue i propri effetti a seconda della lunghezza della catena e del peso molecolare.
Possiamo identificare 4 generazioni:

1a generazione

Acido ialuronico a
BASSO/MEDIO PESO MOLECOLARE:

può svolgere un’attività biologica e di stimolo metabolico alla produzione endogena di acido ialuronico, contribuendo al rallentamento e in qualche caso all’arresto della progressione dell’artrosi.

2a generazione

Acido ialuronico a
MEDIO/ALTO PESO MOLECOLARE:

presenta prevalentemente proprietà lubrificanti, consente di attutire e ammortizzare efficacemente le sollecitazioni che le articolazioni ricevono in caso di traumi e/o carichi gravosi.

3a generazione

Acido ialuronico
CROSS LINKATO:

non ha attività biologica ma solo una buona attività lubrificante e ammortizzante.

4a generazione

Acido ialuronico a
RETICOLO MOBILE:

Ovvero Hymovis® che nasce dalla ricerca Fidia Farmaceutici, azienda italiana leader da oltre 50 anni nel campo dello studio e dello sviluppo dell’acido ialuronico brevettato. Hymovis®, la cui molecola costitutiva è lo HYADD®4 (derivato esadecilammidico dell’acido ialuronico) presenta un effetto viscoelastico, un completo recupero di struttura anche dopo stress meccanici ripetuti, grazie a una minima ma sofisticata modifica chimica che coinvolge solo il 2-3% dell’intera molecola (MO.RE.® Technology).
Secondariamente è stato dimostrato anche che Hymovis® è in grado di agire sui parametri infiammatori che caratterizzano il processo osteoartrosico. (OLIVIERO et al. 2013)

UNA SOLUZIONE AVANZATA
PER SENTIRSI LIBERI
DI MUOVERSI.

Hymovis® è indicato per il trattamento del dolore nell’osteoartrite, per il trattamento conservativo della lesione meniscale del ginocchio e per il miglioramento della mobilità articolare tramite l’aumento della viscoelasticità del liquido sinoviale.

Un ciclo di trattamento nell’osteoartrosi consiste in due iniezioni somministrate ad intervallo di una settimana l’una dall’altra. Un ciclo di trattamento in articolazioni con lesione del menisco consiste in due iniezioni somministrate ad intervallo di due settimane l’una dall’altra.

La terapia infiltrativa con Hymovis® deve essere somministrata esclusivamente da uno specialista.

Rallenta la progressione del danno cartilagineo e migliora la funzione di lubrificazione e di assorbimento degli urti del liquido sinoviale, proteggendo la cartilagine e i tessuti molli dalle lesioni meccaniche.

Rimane in articolazione fino a 28 giorni ed è in grado di recuperare la sua struttura originaria infinite volte in seguito a de-strutturazione da stress meccanico. Grazie all’esclusiva MO. RE.® Technology, ovvero la tecnologia a MObile REticulum (brevetto esclusivo di Fidia farmaceutici), Hymovis® ricostituisce la propria struttura spaziale con ripristino della reologia.

Hymovis® induce un significativo miglioramento dei sintomi già dopo 14 giorni, riducendo l’assunzione di analgesici e migliorando notevolmente la qualità della vita del paziente.
La massima riduzione del dolore si riscontra dopo 60 giorni dall’inizio del trattamento.

Scopri in pochi minuti Hymovis®, dalla patologia alla terapia con il gel a base di acido ialuronico.
Scopri in pochi minuti Hymovis®, dalla patologia alla terapia con il gel a base di acido ialuronico.

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Le informazioni presenti in questo sito sono destinate esclusivamente ad operatori professionali sanitari.

Per accedere al sito Vi preghiamo di cliccare Sì se siete un operatore sanitario o, se non lo siete, di selezionare NO per uscire