spunta

1. D. Hymovis® è un farmaco o un medical device?

R. Hymovis® è un medical device (Classe III Dir 93/42/EEC)

spunta

2. D. Com’è possibile che un prodotto a base di acido ialuronico a peso molecolare medio-basso abbia una elevata viscoelasticità?

R. La limitata modifica chimica del polisaccaride lo rende parzialmente idrofobico e la particolare conformazione che ne consegue in ambiente acquoso è tale da trasformare Hymovis® in un idrogel dalle elevate proprietà viscoelastiche.

spunta

3. D. Un prodotto in forma di idrogel ad alta viscoelasticità non risulta troppo difficile da iniettare?

R. No, la viscoelasticità di Hymovis® è paragonabile a quella di altri prodotti agevolmente iniettabili in commercio previsti per lo stesso uso; inoltre le sue caratteristiche reologiche lo rendono meno viscoso nello scorrimento attraverso l’ago.

spunta

4. D. Cos’è il Mobile Reticulum?

R. È il nome che è stato dato alla particolare conformazione delle molecole di Hymovis® in soluzione acquosa, ossia una specie di reticolo stabilizzato da interazioni sia idrofiliche che idrofobiche in grado di rompersi e riformarsi infinite volte. Questa caratteristica sta alla base della “MO.RE.® Technology” e, vista la capacità dinamica di “autoriparazione” del gel in seguito alla destabilizzazione strutturale, abbiamo chiamato il reticolo “mobile”.

spunta

5. D. Cosa si intende per capacità di recupero della struttura?

R. Si intende la capacità del reticolo mobile formato dalle catene di Hymovis® di riprendere la sua configurazione dopo stress meccanici destabilizzanti. Dal punto di vista reologico questa proprietà corrisponde alla capacità peculiare del gel di Hymovis® di recuperare completamente ed in breve tempo la sua elasticità in seguito agli shock meccanici, anche se ripetuti e di grande entità.

spunta

6. D. Qual è il significato della struttura lineare?

R. La struttura lineare di Hymovis® permette alla molecola di essere riconosciuta dal CD44, recettore fisiologico dell’acido ialuronico, attraverso il quale si esplica la sua azione farmacologica.

Inoltre una struttura lineare è molto simile a quella di partenza quindi non consente il riconoscimento da parte del sistema immunitario. Con i derivati cross-linkati, come riportato dalla letteratura, si sono verificati eventi avversi sistemici riferibili o alla formazione di immuno-complessi o comunque all’attivazione del sistema immunitario.

spunta

7. D. Qual è il vantaggio di Hymovis® rispetto ai prodotti a base di acido ialuronico cross-linkato?

R. Il vantaggio di un prodotto a base di acido ialuronico lineare avente proprietà meccaniche paragonabili, se non superiori, a quelle dei prodotti contenenti acido ialuronico cross-linkato è la sua maggiore biocompatibilità. Diversi riferimenti bibliografici e l’utilizzo clinico attribuiscono infatti all’acido ialuronico cross-linkato una tollerabilità inferiore a quella dell’acido ialuronico lineare.

spunta

8. D. Cosa implica la tecnologia Mo.RE. (MObile REticulum)?

R. Le proprietà di “shock absorber” del liquido sinoviale sono legate alle caratteristiche reologiche dell’acido ialuronico e al suo turnover garantito dalle capacità biosintetiche della sinoviale e della cartilagine articolare. In corso di osteoartrosi il turnover del liquido sinovia viene del tutto o parzialmente a mancare. Il reticolo dinamico costituito da Hymovis® permette di assorbire l’energia sviluppata dalle varie sollecitazioni meccaniche ricostituendo la struttura di origine e supplendo in questo modo al ridotto turnover biosintetico del polimero naturale.

spunta

9. D. Hymovis® può essere somministrato in presenza di flogosi?

R. Dai test effettuati HYADD®4 si è dimostrato resistente all’ azione della ialuronidasi, enzima ubiquitariamente presente nell’ organismo soprattutto nei focolai flogistici.
La migliore raccomandazione è quella di infiltrare SEMPRE un’articolazione “fredda” in quanto in un sito infiammato oltre alla ialuronidasi sono presenti attività enzimatiche di ogni tipo che potrebbero limitare fortemente il tempo di permanenza articolare del prodotto.

spunta

10. D. Qual è il destino metabolico di Hymovis®?

R. Non è conosciuto, ma si può ipotizzare, che l’iniziale degradazione metabolica avvenga a carico della catena lineare con depolimerizzazione più o meno estesa.
Vista la resistenza alla ialuronidasi tale depolimerizzazione avviene probabilmente in tempi relativamente lunghi. Gli spezzoni a basso peso molecolare sfuggono poi al filtro sinoviale e attraverso la circolazione ematica (e linfatica) sono convogliati al fegato. Qui sono presenti le aminidasi, enzimi capaci di rompere appunto il legame amidico che possono staccare il residuo esadecilico. Gli spezzoni oligosaccaridici vengono quindi successivamente convogliati nelle vie metaboliche dei glucidi.

spunta

11. D. Perché nelle indicazioni del foglietto illustrativo è riportato il termine osteoartrite?

R. Il termine osteoartrite deriva dalla dizione degli Autori anglosassoni che danno alla componente flogistica dell’osteoartrosi importanza maggiore rispetto alla componente degenerativa. Il prodotto, comunque è stato testato in clinica nell’osteoartrosi.

spunta

12. D. Con quale viscosupplemento cross-linkato può essere confrontato Hymovis®?

R. Grazie alla MO.RE.® Technology Hymovis® ha caratteristiche biomeccaniche uguali o superiori ai derivati cross-linkati in commercio mantenendo le caratteristiche di biocompatibilità del polimero naturale. Hymovis® può essere considerato il capostipite di una nuova classe di viscosupplementi di 4a generazione caratterizzato da un profilo reologico innovativo e secondariamente dalla capacità di agire sui parametri infiammatori che caratterizzano il processo osteoartrosico. (OLIVIERO et al. 2013)

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Le informazioni presenti in questo sito sono destinate esclusivamente ad operatori professionali sanitari.

Per accedere al sito Vi preghiamo di cliccare Sì se siete un operatore sanitario o, se non lo siete, di selezionare NO per uscire